Insetti Intrusi Animali
Siti partners:
Animali

Intrusi

Mosche

sarcophaga carnaria

Sarcophaga carnaria

lucilla-caesar

Lucilia caesar

calliphora vomitoria

Calliphora vomitoria

La mosca domestica ha accompagnato l'uomo nel corso dell'evoluzione fin da quando ha cominciato ad allevare animali; le mosche di fatto trascorrono il periodo larvale all'interno degli escrementi e gli adulti non hanno problemi a cibarsi di qualsiasi prodotto fisiologico o tessuto in decomposizione. L'apparato boccale della mosca è di tipo lambente-succhiante, ciò gli consente di cibarsi di prodotti liquidi o semiliquidi, in caso di alimento solido secerne la saliva ricca di enzimi digestivi sul substrato per rendere più molle e poter succhiare l'alimento senza troppe difficoltà. Le larve si sviluppano all'interno di qualsiasi substrato organico in decomposizione con straordinaria rapidità. Il ciclo di sviluppo della mosca è particolarmente rapido; varia in base alle condizioni ambientali quali

temperatura e umidità: a temperatura media di 16 C° il ciclo completo dura 50 giorni, a temperatura media di 35C° il ciclo termina in 10 giorni. Nelle nostre zone l'insetto arriva a fare da 7 a 16 generazioni l'anno, contando poi chel'adulto riesce a deporre fino un migliaio di uova si capisce come possa essere così diffuso e a concentrazioni elevate. Stomoxys calcitrans: nota come mosca cavallina è caratterizzata da apparato boccale pungente succhiante, solo raramente però attacca l'uomo.
I cosiddetti mosconi che talvolta penetrano nelle abitazioni in cerca di materiale proteico sul quale ovideporre, appartengono a due famiglie ben distinte: quella dei Sarcofagidi caratterizzati da corpo grigiastro con strie longitudinali più scure sul protorace e quelle dei Calliforidi con livree di colore verde-dorato (Lucilia caesar) o blu

metallico (Calliphora erytrocephaia) tutte posseggono un olfatto altamente sviluppato per la ricerca di carne o tessuti proteici.Altri ditteri più minuti
comunemente chiamati moscerini dell'aceto vengono attratti non solo dall'aceto, ma svolazzano spesso intorno a bottiglie lasciate aperte di vino o di birra in cui frequentemente vanno ad affogare alla ricerca di lieviti. I natura si nutrono di frutta matura ricca di sostanze zuccherine.